banner
venerdì 1 Dicembre 2023
banner

Doppia contribuzione Enpaf, per il tribunale di Genova è legittima: “Rafforza le tutele”

banner

Roma, 22 settembre – Complici le vacanze estive, è passata quasi sotto silenzio la nota dell’Enpaf di inizio agosto che dava notizia della sentenza, emessa il 25 luglio 2023, con la quale il Tribunale di Genova ha confermato la legittimità della doppia contribuzione: per i giudici genovesi (che peraltro ribadiscono quanto già espresso dal Tribunale di Torino con sentenza del 4 aprile, sempre di quest’anno) essa trova piena giustificazione nel rafforzamento della tutela previdenziale.

“Nonostante il tentativo dei ricorrenti di contestare l’obbligo a dover versare la contribuzione sia all’Inps che all’Enpaf” si legge nella nota diramata da Enpaf il 3 agosto scorso “entrambi i Tribunali – richiamando precedenti sentenze della Corte Costituzionale – hanno ritenuto che la doppia contribuzione trovi la propria legittima giustificazione nel rafforzamento della tutela previdenziale”.

La cassa di categoria, nell’occasione, ricorda che anche la Commissione europea, a fronte di un’interrogazione (la n. E-006754/2020 del 12 dicembre 2020 presentata dalla deputata Elena Lizzi di ID) in materia di doppia contribuzione obbligatoria per i farmacisti dipendenti italiani,” ha precisato che il doppio obbligo contributivo non è in contrasto con il diritto della Ue”.

La nota dell’ente previdenziale di categoria richiama poi, tra le sue attività,  “l’erogazione di prestazioni previdenziali e assistenziali ai propri iscritti, assistenza sanitaria integrativa, trattamenti in materia assistenziale e sussidi di assistenza al reddito. Il lavoratore dipendente, inoltre, ha la possibilità di ricevere un trattamento pensionistico ulteriore rispetto a quello dell’INPS, qualora versi la contribuzione di natura previdenziale”.

 

Print Friendly, PDF & Email

banner
Articoli correlati

i più recenti

I più letti degli ultimi 7 giorni