banner
lunedì 4 Marzo 2024
banner

Giornata raccolta del farmaco, parte domani l’edizione 2024 della grande iniziativa solidale

banner

Roma, 5 febbraio – Parte domani, 6 febbraio, la Giornata nazionale di raccolta del farmaco (Grf) promossa dalla Fondazione Banco Farmaceutico e giunta ormai alla 24ma edizione. L’iniziativa solidale si protrarrà fino al 12 febbraio con l’obiettivo dichiarato di migliorare i pur lusinghieri risultati dell’edizione 2023, che ha visto il coinvolgimento di 5.628 farmacie e oltre 25.000 volontari, per una raccolta complessiva di i 598.178 confezioni di farmaci, si cui hanno poi beneficiato almeno 400mila persone assistite dai 1.892 enti convenzionati con Banco Farmaceutico.

L’iniziativa solidale seguirà le modalità consuete: i cittadini, recandosi in una delle farmacie aderenti, possono donare farmaci che gli enti assistenziali collegati a Banco Farmaceutico distribuiranno alle persone che ne hanno bisogno. Si possono acquistare e donare tutte le categorie dei prodotti da banco: farmaci per disturbi gastrointestinali, antimicotici topici, antibiotici, antisettici e disinfettanti, antipiretici, preparati per la tosse, antistaminici per uso orale, decongestionanti nasali, anestetici locali eccetera.

La donazione di farmaci diventa sempre più importante a fronte del fenomeno della povertà sanitaria, che l’ultimo rapporto realizzato da OpSan, l’Osservatorio sulla povertà sanitaria del Banco Farmaceutico, ha registrato in crescita anche nel 2023: sono state infatti 427.177 le persone che trovandosi in stato di necessità e nell’impossibilità di accedere a una terapia hanno dovuto chiedere aiuto a una delle 1.892 realtà assistenziali convenzionate con Banco Farmaceutico per ricevere gratuitamente farmaci e cure. Rispetto alle 386.253 persone del 2022, c’è stato un aumento del 10,6%.

“Le difficoltà economiche riguardano ormai tutte le famiglie, povere e non povere, ma quelle povere risentono maggiormente della crisi che dura da anni e dell’inflazione degli ultimi mesi” scrive Banco Farmaceutico sul suo sito, sottolineando come “per dare un aiuto concreto a chi ha bisogno, servirà il coinvolgimento di almeno 5.000 farmacie. Ad oggi, siamo ancora distanti da questo numero. Però, c’è ancora tempo, e sappiamo di poter confidare sulla generosità dei nostri amici farmacisti”.
Chi volesse aderire in queste ultime ore, partecipando con la sua farmacia o partecipando come volontario,  può ancora farlo accedendo a questa pagina del sito di Banco Farmaceutico.

Intanto, va registrata la decisione dell’Associazione Farmacisti volontari per la Protezione civile di mobilitarsi per la campagna di raccolta  2024, assicurando la sua presenza con i propri gazebo nelle piazze di 23 città d’Italia per informare i cittadini sulle finalità della raccolta, invitandoli a recarsi presso le farmacie aderenti all’iniziativa per donare uno o più medicinali da banco da destinare alle persone indigenti.

“Un numero crescente di persone si trova a vivere in condizioni di disagio economico che impediscono di acquistare i medicinali di cui hanno bisogno”  spiega la presidente dell’associazione, Enrica Bianchi (nella foto). La partecipazione dei nostri volontari alla settimana di raccolta del farmaco esprime il forte legame tra i farmacisti e le comunità in cui operano, dando concretezza al senso più autentico del volontariato che è quello di veicolare messaggi di solidarietà e di aiutare le persone in stato di bisogno.”

Un invito a un’adesione “sempre più entusiasta” dei farmacisti è stato rivolto a tutti i colleghi dal presidente della Fofi  Andrea Mandelli, che sottolinea che mai come in questo momento in farmacia si tocchi quotidianamente quello che rappresenta l’emergenza povertà. “Il farmacista ha sempre avuto una vocazione all’aiuto della gente” afferma il presidente della Federazione professionale, evidenziando come in occasione della Grf i farmacisti facciano “qualcosa in più: ci mettiamo a disposizione della nostra comunità per fare un atto così importante in un momento così difficile, anche economico, del nostro Paese. E ricordo anche questa volta che questa attività del farmacista può essere anche riconosciuta tramite un’autocertificazione da presentare al vostro Ordine provinciale”.

La Grf si svolge anche quest’anno sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, con il patrocinio di Aifa e in collaborazione con Cdo Opere Sociali, Federfarma, Fofi, Federchimica- Assosalute ed Equalia, con Intesa Sanpaolo partner istituzionale dell’iniziativa. L’iniziativa è realizzata grazie all’importante contributo incondizionato di Ibsa Italy, Teva Italia, EG Stada Group e DHL Supply Chain Italia e al sostegno di DOC Generici, Accord Healthcare, Piam Farmaceutici, Zentiva Italia e Zuccari.

Sul piano della comunicazione, Gfr è supportata da RAI per la Sostenibilità – ESG, Mediafriends, La7, Sky per il sociale e Pubblicità Progresso.

Print Friendly, PDF & Email

banner
Articoli correlati

i più recenti

I più letti degli ultimi 7 giorni