banner
lunedì 4 Marzo 2024
banner

Schillaci: “Farmacie punto di riferimento insostituibile, avvicinano la sanità ai cittadini”

banner

Roma, 9 febbraio – “Grazie alla presenza capillare sul territorio e a professionisti attenti e qualificati, oggi le farmacie assicurano una risposta sempre più articolata e puntuale ai bisogni dei cittadini. Sono un punto di riferimento insostituibile, grazie al rapporto di fiducia con la popolazione, che si è progressivamente rafforzato, soprattutto negli ultimi anni durante la pandemia”.

Queste le parole del ministro della Salute Orazio Schillaci (nella foto) nel suo intervento alla presentazione del VI Rapporto Annuale sulla Farmacia curato da Cittadinanzattiva e Federfarma e anche dei risultati della campagna Cuore di donna in farmacia, realizzata anch’essa da Cittadinanzattiva e Federfarma con il contributo non condizionante di Teva (ne riferiamo ampiamente in altra parte del giornale questo articolo).

“Le farmacie garantiscono un contributo attivo in tanti ambiti” ha detto ancora Schillaci. “Penso al contrasto dell’antibiotico-resistenza con un’attività informativa continua; alle campagne di vaccinazione e alla promozione della prevenzione e degli screening; all’aiuto ad anziani e malati cronici per tenere sotto controllo la malattia e proseguire nei percorsi di cura. Non da ultimo, le farmacie sono un avamposto importante anche per la medicina di genere. La campagna Cuore di Donna in farmacia è un esempio, sicuramente da valorizzare”.

“Sperimentazione Farmacia dei servizi estesa con il Milleproroghe a tutto il 2024″

“Questo ruolo è destinato a crescere con la Farmacia dei servizi” ha proseguito il ministro  “della quale estendiamo la sperimentazione a tutto il 2024 con il decreto Milleproroghe. Lo sviluppo della Farmacia dei servizi risponde alla stessa strategia che guida la riforma delle cure primarie. L’idea di fondo è di promuovere una presa in carico sempre più efficace e in modo omogeneo su tutto il territorio dei bisogni, soprattutto quelli legati alle cronicità, e in una logica di collaborazione con gli altri professionisti sanitari. È un dato significativo che oltre il 70% delle farmacie da voi interpellate abbiano partecipato alla sperimentazione o intendano farlo”.

In questo modo, ha detto Schillaci, “avviciniamo la sanità ai cittadini, consentendo di alleggerire il carico sulle strutture ospedaliere e territoriali e contribuendo ad abbattere le liste d’attesa, per quanto riguarda bisogni sanitari che possono trovare una risposta anche in farmacia. Naturalmente resta essenziale la sinergia con i medici di medicina generale, i pediatri e gli specialisti, che restano insostituibili anche per refertare un Holter o un Ecg eseguiti in farmacia”.

Il Rapporto, ha osservato il ministro, “conferma che siamo sulla strada giusta. Non è di poco conto che ormai il 75% delle farmacie offra test ed esami diagnostici; che circa il 65% abbia attivato il servizio Cup e la consegna dei farmaci a domicilio. E ancora nuovi servizi stanno arrivando, penso alla telemedicina e alle prestazioni professionali ospitate appunto nei locali delle farmacie”.

 

Print Friendly, PDF & Email

banner
Articoli correlati

i più recenti

I più letti degli ultimi 7 giorni