Revisione Prontuario, partono oggi  in Aifa gli incontri con le aziende

Revisione Prontuario, partono oggi in Aifa gli incontri con le aziende

 

Roma, 7 settembre – A partire da oggi e fino al 29 settembre avrà luogo in Aifa una fitta serie di incontri (coinvolte 70 aziende farmaceutiche) finalizzati alla revisione, entro la dead line del 30 settembre, del Prontuario terapeutico, così come prescritto dal Dl Enti locali.

Come si ricorderà, il provvedimento, approvato definitivamente il 4 agosto, ha recepito la faticosa intesa raggiunta tra Stato e Regioni per dare corso a 2,35 milioni di euro di tagli alla spesa sanitaria 2015-16. Tra le misure, una delle più importanti riguardava appunto una profonda revisione del Prontuario, dalla quale si attendono circa 500 milioni di risparmi (anche se, in realtà, non è ancora possibile determinare con esattezza il loro importo).

Ad anticipare la notizia, venerdì scorso, è stato Sanità24, che ha anche proposto i pdf con il calendario degli incontri per i farmaci a carico del Ssn e quello con il calendario per i farmaci biotecnologici.

La revisione del Pt prevede anche la rinegoziazione dei prezzi dei medicinali di fascia A: la determinazione del prezzo di rimborso a carico del Ssn – con una separazione dai farmaci a brevetto scaduto da quelli coperti da brevetto – avverrà per cluster sulla base delle singole molecole nell’ambito di raggruppamenti di medicinali terapeuticamente assimilabili, “individuati – come si legge alla lettera b, comma 10, articolo 9-ter del Dl 78/2015 – sulla base dei dati del 2014 dell’Osmed, separando i medicinali a brevetto scaduto da quelli ancora sotto brevetto, autorizzati con indicazioni comprese nella medesima area terapeutica, aventi il medesimo regime di rimborsabilità e lo stesso regime di fornitura.”

Tre le opzioni a disposizione delle aziende coinvolte nella revisione: potranno infatti scegliere di
abbassare i prezzi delle loro specialità a livello di quello con il rezzo più basso all’interno del raggruppamento farmaceutico, che sarà di riferimento per il rimborso, oppure confermare il prezzo attuale, rimborsando con la procedure del pay back la differenza con il prezzo di rimborso, o ancora non abbassare il prezzo, rifiutare il rimborso in pay back e scegliere di spostare il farmaco in fascia C, tra quelli non a carico del Ssn. I farmaci interessati alla revisione sono circa 600.

Ma la procedura di revisione riguarda anche i  farmaci biotecnologici (sono 23 le referenze coinvolte) che in seguito alla scadenza brevettuale del principio attivo di un farmaco e in assenza dell’avvio di una concomitante procedura di contrattazione del prezzo relativa a un medicinale biosimilare o terapeuticamente assimilabile, dovranno anch’essi rinegoziare con Aifa il prezzo di rimborso a carico del Ssn.

Print Friendly, PDF & Email