UK, si sperimenta un cerotto “smart”: si illumina se la ferita dà luogo a infezione

UK, si sperimenta un cerotto “smart”: si illumina se la ferita dà luogo a infezione

Roma, 17 novembre – Un cerotto “intelligente” che cambia colore quando rileva un’infezione, permettendo di individuarla immediatamente e, allo stesso tempo, di diminuire l’uso di antibiotici non necessari.

Il dispositivo è stato messo a punto da un’équipe metterlo di ricercatori della Bath University, nel Regno Unito. Una volta collocato “in situ” , il cerotto funziona attraverso il rilascio di colorante fluorescente da piccole capsule nel momento in cui i batteri che popolano la ferita e producono tossine.

Il meccanismo, riferisce una nota Ansa, non si attiva nel caso di batteri innocui, ma solo nel caso di microrganismi pericolosi. Questo consente ai medici di identificare le infezioni e trattarle in modo rapido, circostanza preziosa soprattutto nel trattamento dei bambini, particolarmente esposti a infezioni a causa del loro sistema immunitario ancora immaturo.

Le infezioni possono infatti rallentare la guarigione, portando a soggiorni più lunghi in ospedale e cicatrici a volte permanenti, oltre che provocare il rischio di setticemie. Tuttavia per i medici sono difficili da diagnosticare senza rimuovere la medicazione, procedura dolorosa e può rendere difficile la rimarginazione. Per questo tendono a prescrivere antibiotici come precauzione, prima ancora che l’infezione sia confermata anche se, così facendo, si aumenta il rischio di sviluppare batteri resistenti ai farmaci, considerato uno dei maggiori problemi di salute.

L’invenzione, ora in fase di test clinico, sostiene Toby Jenkins, coordinatore del progetto, “potrebbe contribuire a salvare vite umane”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Facebook
LinkedIn