Ddl Concorrenza, Gullotta (Fnpi) al Governo: “Basta caste, si valorizzi il merito”

Ddl Concorrenza, Gullotta (Fnpi) al Governo: “Basta caste, si valorizzi il merito”

Roma, 22 febbraio – ll Governo “metta fine allo strapotere di categorie organizzate e gruppi di pressione, difenda il farmacista professionista e valorizzi il merito, a tutto vantaggio dei cittadini consumatori e della crescita del Paese”. Questo l’appello lanciato dagli oltre 500 farmacisti titolari di parafarmacie del Centro Nord che domenica scorsa hanno preso parte alla convention organizzata a Bologna dalla Federazione nazionale delle parafarmacie italiane nel quadro delle iniziative di sensibilizzazione e mobilitazione promosse per sostenere la liberalizzazione della fascia C, in concomitanza con l’esame parlamentare del ddl Concorrenza.”La protezione degli interessi delle lobby, da sempre contrarie a cedere una parte irrisoria del proprio incasso come la vendita dei farmaci di fascia C – afferma in una nota il presidente della Fnpi, Davide Gullottarestituisce l’immagine di un Paese debole, ancora in mano alle caste. Il Ddl concorrenza dovrebbe invece diventare un simbolo di cambiamento, un messaggio chiaro di questo Governo che ha l’occasione di dire, una volta per tutte, se vuole davvero cambiare l’Italia”. La ricetta delle parafarmacie, che suonano la sveglia al Governo, punta tutto sul merito. “Modificare il sistema di accesso alla professione, a tutt’oggi di stampo medievale; non privilegiare ancora censo ed ereditarietà; tutelare la professione e non le mura dove questa si esercita. Alla vigilia della conclusione dell’iter del Ddl, la politica tutta dia prova di essere indipendente da ogni pressione e faccia prevalere l’interesse generale sui privilegi di parte”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi