Aifa, ancora consensi per la nomina di Magrini alla direzione generale

Aifa, ancora consensi per la nomina di Magrini alla direzione generale

Roma, 17 gennaio – Ancora espressioni di consenso per la nomina di Nicola Magrini (nella foto) alla direzione generale dell’Aifa. Nella giornaa di ieri è arrivata quella di Assogenerici, dal 1993 sigla di rappresentanza dell’industria dei farmaci generici equivalenti e biosimilari, il cui presidente Enrique Häusermann, in una nota alla stampa “plaude alla scelta del ministro Speranza condivisa con le Regioni sulla nomina del farmacologo Nicola Magrini a nuovo direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco”.

“L’esperienza ultradecennale maturata da Magrini in materia di evidence-based medicine, valutazione dei farmaci e sviluppo di linee guida” scrive  il presdeinte di Assogenerici “fa sperare in una rinnovata possibilità di dialogo sul valore aggiunto che il comparto degli equivalenti e dei biosimilari può offrire al Ssn sotto il profilo della sostenibilità e della concorrenza”. Häusermann conclude auspicando che il completamento dei vertici dell’Aifa serva “a far ripartire il confronto sui temi della governance che non possono più attendere e ad avviare una irrinunciabile e drastica semplificazione delle procedure dell’Agenzia con particolare riferimenti alle tempistiche sui medicinali generici”.

Sempre ieri, Assofarm, l’associazione delle farmacie comunali, ha invece scelto di indirizzare una lettera direttamente al nuovo DG dell’agenzia regolatoria nazionale, nella quale il presidente Venanzio Gizzi, oltre a esprimere “a nome di tutti gli operatori delle farmacie comunalii migliori auguri di buon lavoro”, si dice certo che con la nuova direzione “Aifa saprà esprimere al meglio la propria missione a tutela della salute pubblica”. 

“Siamo, altresì, convinti che l’importante conoscenza da lei acquisita del sistema farmaceutico comunale e da tutti gli aspetti valoriali che lo stesso esprime, costituiranno un valore aggiunto per la sua azione” scrive ancora Gizzi, che conclude offrendo al nuovo direttore generale la collaborazione della sua sigla.

Irrituale e spontanea, invece, la sortita di Roberta Di Turi, segretario nazionale di Fassid Sinafo, il sindacato dei farmacisti ospedalieri e del Ssn, che sul suo profilo Facebook ha pubblicato in bell’evidenza la sua personale reazione alla nomina: “Finalmente una buona notizia: Nicola Magrini direttore AIFA!”. Una semplice frase che, punto esclamativo incluso, basta e avanza per manifestare non solo un evidente consenso per la scelta del ministro, ma anche grande considerazione e stima per il nuovo direttore generale dell’agenzia.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi