Vaccini anti-Covid, Fofi e Federfarma: “Pronte a confronto su coinvolgimento farmacie”

Vaccini anti-Covid, Fofi e Federfarma: “Pronte a confronto su coinvolgimento farmacie”

Roma, 7 dicembre –  Dopo le dichiarazioni rese giovedì scorso dal commissario straordinario Domenico Arcuri davanti alle Commissioni Trasporti e Affari sociali della Camera in ordine al  coinvolgimento, forse già a partire dal secondo semestre 2021, dei medici di medicina generale,  i pediatri di libera scelta e le farmacie nel piano per la somministrazione del vaccino anti-Covid,  Fofi e Federfarma hanno subito indirizzato una nota al commissario per ringraziarlo e per ribadire “la piena disponibilità al coinvolgimento di farmacisti e farmacie nella seconda fase della vaccinazione contro il Sars-CoV-2″.

Si tratta di “un importante riconoscimento del valore, per l’assistenza territoriale, dell’opera svolta dagli oltre 60.000 farmacisti e dalle 19.000 farmacie italiane” scrivono le due federazioni. “È una scelta decisiva per garantire un accesso ai vaccini quanto più ampio possibile, che pone l’Italia in sintonia con quanto avviene nei principali Paesi europei, nei quali farmacisti e farmacie di comunità partecipano da tempo alle campagne vaccinali”.

Fofi e Federfarma si dichiarano pronte fin d’ora a un incontro con la struttura commissariale “per definire le modalità attuative della campagna di vaccinazione, per quanto riguarda gli aspetti professionali e per quel che concerne la parte logistica relativa alla fornitura dei vaccini”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi