Gullotta rapinato e ferito in parafarmacia: “Politica non tutela chi opera sul territorio”

Gullotta rapinato e ferito in parafarmacia: “Politica non tutela chi opera sul territorio”

Roma, 2 ottobre – È finita peggio delle altre volte la rapina (la quarta della serie)  subita mercoledì da Davide Gullotta, presidente della Fnpi, nella sua parafarmacia di Mascali, in provincia di Catania, dove in serata, intorno all’ora di chiusura,  ha subito l’aggressione di tre malviventi armati di pistola.  Uno di essi, per razziare l’incasso (poche centinaia di euro),  lo ha percosso  con il calcio dell’arma, procurandogli ferite che hanno richiesto diversi punti di sutura e una prognosi di 10 giorni.
Immediata la solidarietà espressa dalla Federazione delle parafarmacie in una nota alla stampa diramata ieri: “Auguriamo al presidente Gullotta una pronta guarigione” scrive il vicepresidente della federazione Matteo Branca, spiegando che la Fnpi ha bisogno “della sua forza e determinazione per affrontare questi giorni di lavoro del ddl Concorrenza. Conoscendolo, sono certo che la cosa che più di tutto lo addolora in questo momento è sapere di non riuscire ad essere fisicamente a Roma in vista delle votazioni finali. Di certo – conclude la nota  – questo non gli impedirà di seguire anche da lontano con la sua consueta energia”.
Lo stesso Gullotta, in una dichiarazione resa al quotidiano farmacista33, parla di “rischi da mettere in conto, per chi come noi farmacisti territoriali, fa un mestiere a contatto con il pubblico e di presidio sul territorio” , stigmatizzando però la “disattenzione” di una politica che, evidentemente, non riesce a cogliere la gravità del problema sicurezza e “invece di tutelare i professionisti, collaboratori e titolari, che si espongono a questi rischi ogni giorno, si preoccupa di aprire le porte al capitale.”

Print Friendly, PDF & Email
Condividi