Usa, da abuso antidolorifici ed eroina più morti che da incidenti stradali, interviene Obama

Usa, da abuso antidolorifici ed eroina più morti che da incidenti stradali, interviene Obama

Roma, 23 ottobre – Farmaci oppiacei: c’è chi – come l’Italia – ne prescrive e usa meno di quanti probabilmente ne servirebbero. E chi, al contrario, li usa troppo e anche male, come gli Usa.
Dove la situazione è tale da avere indotto lo stesso preisdente Barack Obama a intervenire contro le prescrizioni mediche facili di questo tipo di farmaci.
Ne dà notizia un lancio Ansa, che riferisce che l’abuso di antidolorifici negli Stati Uniti è ormai considerato un male epidemico, che fa più vittime degli incidenti stradali. Obama vuole mettere un freno al fenomeno,  che è la porta d’accesso alla dipendenza da stupefacenti. La strategia per ora è quella di offrire più formazione ai medici sulle prescrizioni di antidolorifici.
“Questa crisi – ha detto Obama durante un incontro in West Virginia, lo stato con il maggior numero di morti per overdose – sta portando via vite, sta distruggendo famiglie e intere comunità in tutto il paese.
L’abuso di sostanze stupefacenti non discrimina, tocca tutti”.

Secondo l’ultimo rapporto del Centers for Disease control and prevention, il numero di persone che fa uso di eroina è quasi raddoppiato dal 2002 al 2013 con un incremento in particolare tra le donne e i bianchi non ispanici. Sempre secondo l’ente che si occupa della salute pubblica, ogni giorno in Usa muoiono 44 persone per overdose da antidolorifici.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Facebook
LinkedIn