Sanofi-Boehringer, accordo da 20 mld per lo scambio di settori di attività

Sanofi-Boehringer, accordo da 20 mld per lo scambio di settori di attività

Roma, 16 dicembre – Sanofi e Boehringer Ingelheim hanno annunciato ieri di aver iniziato i negoziati per lo scambio delle rispettive attività nei settori dell’Animal health (che passerebbe da Sanofi a Boehringer) e del Consumer  healthcare (percorso inverso, da Boehringer a Sanofi), finendo così per rafforzare le due aziende nelle branche di mercato dove ritengono di essere maggiormente competitive.

Secondo quanto riferisce pharmastar.it, la transazione prevederebbe lo scambio del business Animal health di Sanofi, che fa capo alla società Merial, e che ha un valore di mercato stimato in  € 11.4 miliardi e del settore Consumer  healthcare di Boehringer Ingelheim, che ha un valore stimato in € 6,7 miliardi. Per pareggiare i conti, Boehringer Ingelheim corrisponderebbe a Sanofi una somma di € 4,7miliardi.
L’accordo non è ancora concluso formalmente e verrà finalizzato nei prossimi mesi dopo i contatti con le parti sociali.
L’operazione permetterà a Sanofi di diventare l’azienda numero uno nel settore Consumer health, con vendite annue stimate in circa € 5,1 miliardi nel 2015 e una quota di mercato globale vicino al 4,6%, con l’acquisizione di marchi storici e molto conosciuti nel settore antispastici, gastrointestinale e analgesici (basterà citare referenze come Buscofen, Buscopan, Guttalax e Zerinol) e il raggiungimento della massa critica nel mercato degli antitussivi, grazie a brand come Bisolvon.

L’industria della salute degli animali è un settore molto attraente in termini di innovazione, potenziale di crescita e di redditività. Combinando i punti di forza complementari di Merial e Boehringer Ingelheim si creerà il secondo operatore nel mercato globale della salute animale con vendite annue di circa € 3,8 miliardi di euro nel 2015 e con la possibilità di competere per la leadership di mercato globale. I portafogli combinati delle due società e le piattaforme tecnologiche negli anti-parassitari, vaccini e specialità farmaceutiche porranno la nuova società in posizione di leadership nei segmenti chiave in crescita di questo settore. I portafogli di prodotti delle due società sono altamente complementari e si basano sulla competenza di Merial negli animali da compagnia e pollame e nelle competenze di Boehringer nei suini.
Entrando in trattative in esclusiva con Boehringer Ingelheim, abbiamo agito rapidamente per incontrare uno degli obiettivi strategici chiave della nostra tabella di marcia 2020, vale a dire costruire posizioni competitive nelle aree in cui possiamo raggiungere la leadership. Tale operazione permetterà a Sanofi di diventare un leader mondiale nel settore dei farmaci non da prescrizione e porterebbe un portafoglio complementare con marchi altamente riconosciuti, consentendo la creazione di valore a lungo termine” ha dichiarato Olivier Brandicourt, chief executive officer di Sanofi .

La priorità strategica di Boehringer Ingelheim è quella di concentrarsi nei settori fondamentali di competenza della società e con attività su una scala globale o dove un percorso per una scala globale può essere raggiunto” ha dichiarato da parte sua Andreas Barner, presidente del board di Boehringer Ingelheim. “Il business Animal Health di Boehringer Ingelheim è e rimarrà fortemente impegnato a portare innovazione e soluzioni innovative a veterinari e proprietari di animali. Il nostro business combinato la salute degli animali è ben posizionato per una crescita come leader a livello globale. Sono fiducioso che Sanofi consentirà al nostro business CHC di vivere pienamente il suo potenziale supportato da team altamente professionale. “

Print Friendly, PDF & Email
Condividi