Mmg: “Fate il vaccino antiflu”. Già comprate dalle Regioni, via Consip, 1,8 mln di dosi

Mmg: “Fate il vaccino antiflu”. Già comprate dalle Regioni, via Consip, 1,8 mln di dosi

Roma, 23 settembre – “Abbiamo fatto il punto rispetto alla distribuzione dei vaccini antinfluenzali per la campagna vaccinale. Tutte le Regioni dovrebbero essere pronte a partire dalla metà di ottobre, una decina sono già pronte ora, mentre in altre Regioni è stata fissata il 17 ottobre la data di consegna”. E “i medici di famiglia hanno già molte richieste da parte di persone che chiedono di avere somministrata la dose”.

Queste le dichiarazioni di Claudio Cricelli (nella foto), presidente della Società italiana di Medicina generale (Simg), durante l’incontro istituzionale La sanità che vorrei. L’importanza dei vaccini nella prevenzione, tenutosi ieri al ministero della Salute.

Cricelli ha però voluto precisare che è difficile dire come sarà la prossima stagione influenzale,  “perché l’influenza è sempre imprevedibile, ha sempre un tasso elevato di complicanze, il Covid è ancora presente fra noi e non ne conosciamo le complicanze. L’invito è a vaccinarsi, non solo per chi ha una raccomandazione, ma anche per tutti gli altri per cui non è specificatamente indicato”.

Rispetto alle categorie per cui è raccomandato, aggiunge, “abbiamo abbassato l’età da 65 a 60 anni, e a questi si aggiungono naturalmente i fragili, le donne in gravidanza e gli operatori sanitari. Già molte persone vanno dal medico di famiglia per prendere appuntamento”.

Intanto, le Regioni evocate dal presidente della Simg fanno il loro (almeno alcune), acquistando i vaccini in vista della campagna vaccinale per la stagione 2022-2023: secondo quanto riferisce una nota diramata ieri, risultano acquistate già 1,8 milioni di dosi, per un valore complessivo a base d’asta di circa 22 milioni di euro, con procedure di gara indette negli ultimi mesi tramite lo Sdapa Farmaci, il Sistema dinamico di acquisto della pubblica amministrazione della Consip, la Concessionaria servizi informativi pubblici del MEF.

Sono sei, informa Consip,  le Regioni che hanno avviato appalti specifici aventi ad oggetto i vaccini per la prevenzione e il controllo dell’influenza. Oltre alle conferme delle adesioni registrate nel 2021 (Sicilia, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Marche, Basilicata), tra le Regioni che hanno indetto le procedure di gara si è aggiunta l’Umbria, per un valore bandito di oltre 3 milioni di euro. Di particolare rilievo anche il dato relativo alla Regione Liguria, che ha visto quasi raddoppiare il numero di dosi acquistate, per un valore bandito di oltre 9,5 milioni di euro.

Significativo l’apprezzamento della pubblica amministrazione verso il Sistema dinamico di acquisizione che nel corso degli anni ha costantemente integrato la lista dei principi attivi disponibili, arrivando a comprendere tutte le tipologie di vaccino in commercio.

Tutte le sei procedure regionali sono state concluse in tempi estremamente brevi (mediamente circa un1 mese tra la data di presentazione offerte e la data di aggiudicazione), consentendo sia alle amministrazioni che alle aziende fornitrici di organizzare, rispettivamente, l’approvvigionamento e la fornitura delle dosi con netto anticipo in vista della imminente campagna vaccinale.

Ciò è stato reso possibile grazie ai numerosi vantaggi offerti dallo Sdapa Farmaci, in particolare quelli derivanti dalla flessibilità dello strumento, dalla disponibilità di modelli di negoziazione già predisposti e dalla possibilità di personalizzare al massimo la procedura e i lotti messi a gara.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi