Abruzzo, estesa la ricetta elettronica anche ai farmaci Dpc

Abruzzo, estesa la ricetta elettronica anche ai farmaci Dpc

Roma, 27 marzo –  Anche l’Abruzzo si unisce all’elenco delle Regioni che si sono uniformate ai provvedimenti volti a favorire l’utilizzo della ricetta elettronica dematerializzata per limitare la circolazione dei cittadini e ridurre la permanenza degli stessi nelle farmacie e nelle strutture di dispensazione pubbliche, adottati dalla Protezione civile con l’ordinanza 651/2020 del 19 marzo scorso.

“Per limitare ulteriormente l’accesso agli ambulatori dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta, la Regione ha esteso l’obbligo del ricorso alla ricetta dematerializzata anche per i farmaci distribuiti con il regime Dpc, quelli cioè che in passato venivano dispensati solo dalle farmacie ospedaliere e che dallo scorso anno vengono consegnati anche nelle farmacie territoriali” ha comunicato l’assessora regionale alla salute, Nicoletta Verì (nella foto), annunciando la firma del  provvedimento da parte del direttore del Dipartimento regionale Sanità, Giuseppe Bucciarelli.

Le nuove misure prevedono l’utilizzo della ricetta dematerializzata anche per i farmaci inseriti nella classe del prontuario A-Pht (quello ospedale-territorio), per i quali finora era ancora necessaria la prescrizione fisica (ricetta rossa). Anche per questi medicinali, dunque, il medico prescrittore potrà inviare all’assistito un codice, con il quale sarà possibile recarsi nella propria farmacia di fiducia e ritirare il prodotto, così come avviene da alcune settimane per gli altri farmaci.

“Questo breve differimento del provvedimento” spiega l’assessora Verì “è stato legato ad adempimenti di natura tecnica e burocratica che abbiamo risolto grazie alla fattiva collaborazione e alla disponibilità delle organizzazioni dei farmacisti e dei medici”.

La possibilità di ricorso alla dematerializzata per i farmaci Dpc è riservata esclusivamente agli assistiti residenti in Abruzzo che hanno prescrizioni rilasciate da medici operanti sul territorio regionale.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi