Recordati, tramite Banco Farmaceutico, dona antivirali per 1,3 milioni di euro a ospedali lombardi

Recordati, tramite Banco Farmaceutico, dona antivirali per 1,3 milioni di euro a ospedali lombardi

Roma, 28 marzo – In questa fase d’emergenza per l’epidemia di Coovid-19, accanitasi in particolare sulla Lombardia, la macchina solidale del Banco Farmaceutico si sta muovendo su tutti i fronti; dopo gli appelli iniziali a tutti, e in particolare alle aziende, di non interrompere le loro donazioni di farmaci e di non dimenticarsi dei poveri (che in situazioni come queste sono ancora più poveri),  la fondazione solidale presieduta da Sergio Daniotti (nella foto) ha consegnato ieri 1.290.622 euro di farmaci antivirali e per i disturbi ostruttivi delle vie respiratorie (58.920 confezioni) a Regione Lombardia. I medicinali sono stati donati da Recordati e affidati all’Istituto Clinico Sant’Ambrogio di Milano. Da lì, saranno distribuiti agli ospedali della Lombardia che ne avranno bisogno.

“L’operazione è nata perché la Regione ha chiesto a Federfarma Lombardia un aiuto per provvedere alla carenza di medicinali nelle strutture coinvolte nell’emergenza” spiega il Banco Farmaceutico. “Su richiesta di Federfarma Lombardia, abbiamo avviato una campagna di sensibilizzazione verso le aziende farmaceutiche. Recordati ha risposto e, in seguito, abbiamo gestito la logistica della consegna”.

Ma non è l’unica iniziativa realizzata in questi giorni: appena tre giorni fa, ad esempio, grazie a una donazione della Marco Viti Farmaceutici,  il Banco ha consegnato alla Fondazione Fratelli San Francesco di Milano le materie prime necessarie a  preparare nei propri laboratori  500 litri di disinfettante a base alcolica (secondo le indicazioni dell’Oms), da distribuire alla popolazione povera della città.  Ed è di appena una decina di giorni fa il lancio della campagna di raccolta fondi  Aiutaci a curare chi si è ammalato, promossa  nell’ambito del progetto #fareinsieme insieme a Compagnia delle Opere e Medicina e Persona. Obiettivi dell’iniziativa,  acquistare farmaci e apparecchiature specializzate anche per gli ospedali più piccoli (quelli maggiormente in difficoltà nel far fronte all’emergenza, che in molti casi ne ha stravolto l’organizzazione) e  sostenere progetti utili a contrastare l’epidemia che – nonostante i primi timidi segnali di rallentamento –  continua a diffondersi con forza e rapidità.
L’utilizzo dei fondi, man mano che saranno raccolti, verrà documentato con un’ampia e dettagliata informazione sui siti e sui canali social delle tre associazioni. Le donazioni potranno essere effettuate sul conto corrente intestato a Fondazione Banco Farmaceutico Onlus Fareinsieme, IBAN: IT41 A030 6909 6061 0000 0172 069, con la causale: Covid-19 Aiutaci a curare.
“Curare oggi chi si è ammalato è indispensabile per cominciare a pensare al domani” si legge nella nota firmata dai presidenti delle tre associazioni  Guido Bardelli (Cdo), Felice Achilli (Medicina e Persona) e  Sergio Daniotti (Banco). “Significa gettare già adesso le basi per ricostruire il tessuto sociale ed economico del Paese, che questa inattesa circostanza trasformerà profondamente”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi