“Centro salute”: convegno a Roma per rimettere la farmacia al centro del villaggio

“Centro salute”: convegno a Roma per rimettere la farmacia al centro del villaggio

Roma, 17 giugno – Da farmacia a centro salute, dallo speziale al farmacista clinico per il pieno controllo del proprio business. Questo il titolo del riuscito e affollato convegno tenutosi il 12 giugno scorso al Nobile Collegio Chimico Farmaceutico di Roma, con il patrocinio dell’Ordine dei Farmacisti di Roma, con il quale SartorettoVerna, una delle aziende leader in logistica e arredamento delle farmacie, ha voluto illustrare il razionale che sottende il suo nuovo format Centro Salute, un nuovo, concreto modello di farmacia per esaltare la natura e l’identità di presidio di salute della farmacia, consentendole di guardare allo sviluppo dei servizi e di caratterizzarsi sempre di più come imprescindibile riferimento dell’assistenza di prossimità sul territorio.
E proprio  salute, territorio, comunità, prevenzione, benessere, educazione, esperienza, interazione sono gli ingredienti che SartorettoVerna utilizza e “miscela” per realizzare le sue farmacie secondo il modello “centro di salute”, strutturandole in modo tale da consentire a questi esercizi di uscire da competizioni di mercato giocate solo sulla dimensione commerciale e lo scontro sui prezzi, per affermare invece i contenuti professionali e di servizio che sono il vero atout competitivo e rappresentano il fulcro sul quale poggiare per riprendere il pieno controllo della propria attività.
I lavori del convegno – introdotto da Giancarlo Esperti, presidente del Centro Studi Farmacisti Italiani, che ha poi condotto i lavori e moderato  gli interventi di Giuseppe Perroni, presidente del Nobile Collegio, Emilio Croce, presidente dell’Ordine, Dario Francolino, autore del libro “La Farmacia del Futuro”, Matteo Fago, editore de Il Salvagente, testata leader del consumerismo e  Gianni Trombetta, uno dei più noti e affermati esperti di problemantiche fiscali e gestionali della farmacia –  hanno sostanzialmente ruotato intorno alla  presentazione del nuovo format della farmacia elaborato dalla SartorettoVerna, presentato dallo stesso architetto che ne è uno dei creatori e realizzatori, Luca Sartoretto Verna, AD dell’omonina azienda.

La cui scommessa, sintetizzando, è quella di aiutare concretamente le farmacie italiane – che ormai da più di un decennio sentono molto parlare della cosiddetta “farmacia dei servizi” e della necessità di cambiare pelle per meglio adattarsi ai nuovi bisogni delle persone,ma – almeno fin qui – con declinazioni e proposte piuttosto complesse da realizzare e in ogni caso al di fuori del controllo del singolo farmacista.
Nel corso dei lavori è stata affrontata, da diverse angolazioni – professionali, culturali, gestionali, fiscali – la sfida che attende farmacia e farmacisti, in un contesto divenuto sempre più competitivo e insidioso anche in ragione dell’ingresso dei capitali nel retail farmaceutico e dello sviluppo esponenziale dell’e commerce che ormai interessa anche i prodotti salutistici e (sempre di più) gli stessi farmaci , nuovi e “pericolosi” competitors che rischiano di spingere la farmacia a cercare la concorrenza sul terreno commerciale, con il rischio di un sempre più marcato allontanamento da quello che è il focus originario della sua attivitàe la sua stessa fonte di legittimazione, ovvero il prendersi cura della salute dei clienti pazienti.
L’obiettivo del progetto farmacia “centro di salute”  elaborato da Sartoretto verna è appunto quello di “riportare la farmacia al centro del villaggio”,  di  del suo territorio e della sua comunità, rendendo più manifesta e percepibile la dimensione sanitaria attraverso offerte di  consulenze, diagnostica e servizi ma soprattutto “facendo sistema” con le attività del territorio, con l’obiettivo di elevare la qualità dei servizi del quartiere.
Una sfida impegnativa, ma che le frmaice- a giudizio di SartorettoVerna – possono affrontare con successo, in un quadro di sostenibilità che è anche condizione di indipendenza professionale.
“La guerra non è con Amazon, le catene, le farmacie concorrenti ma è nella mente delle persone” ha affermato Sartoretto Verna, nel corso del suo intervento.  “La vendita è una battaglia di percezioni, per cui è necessario ri-posizionarsi grazie ai servizi”.
Un contributo in questa direzione è appunto quello che si propone di assicurare Sartoretto Verna, che opera con successo nel settore dal 1965, con il progetto del suo nuovo format “Centro Salute”, che l’azienda illustrerà in un ciclo di incontri in diverse città italiane nel suo “Capsula Tour”.  Tutte le informazioni e le date prossimamente saranno tempestivamente rese note su www.sartorettoverna.it/capsula, dove ci ci potrà anche prenotare e registrare.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi