Sostanze stupefacenti, in G.U, tre decreti del 23 dicembre 2019 che aggiornano le tabelle

Sostanze stupefacenti, in G.U, tre decreti del 23 dicembre 2019 che aggiornano le tabelle

Roma, 21 gennaio – Sulla Gazzetta Ufficiale n. 10 del 14 gennaio 2020 sono stati pubblicati tre decreti del ministero della Salute, tutti con data 23 dicembre 2019, che introducono aggiornamenti alle tabelle delle sostanze stupefacenti e psicotrope, di cui al Testo unico stupefacenti (Dpr n. 309 del 9 ottobre 1990).

I provvedimenti  introducono modifiche alle tabelle I e IV:  il primo decreto reca l’inserimento della sostanza tiletamina nella tabella I e nella tabella dei medicinali sezione A del Dpr 309/90 e successive modificazioni. In Italia la tiletamina (2-etilamino-2-(2-tienil)-cicloesanone) è contenuta, in associazione con una benzodiazepina, nel medicinale veterinario autorizzato Zoletil, nelle seguenti confezioni: 10/10 mg/ml liofilizzato e solvente per soluzione iniettabile, Aic n. 101580013;  50/50 mg/ml liofilizzato e solvente per soluzione iniettabile, Aic n. 101580025.

Nelle more della presentazione ed autorizzazione della domanda di variazione dei termini dell’autorizzazione all’immissione in commercio per la modifica della modalità di dispensazione e dell’aggiornamento delle etichette delle confezioni in commercio da parte del titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio, una nota del ministero della Salute invita “…ad applicare le disposizioni in materia di distribuzione all’ingrosso, vendita al dettaglio, prescrizione, approvvigionamento, detenzione e tenuta dei registri previste dal Dpr 309/90 e ss.mm, a decorrere dalla data di entrata in vigore del decreto, tenendo in considerazione che per il medicinale veterinario si applica il Decreto 28 luglio 2009 – Disciplina dell’utilizzo e della detenzione di medicinali ad uso esclusivo del medico veterinario”.

Il secondo decreto riguarda invece l’inserimento nella tabella I del Dpr n. 309/90 delle seguenti sostanze (in ordine alfabetico):  4F-furanilfentanil (denominazione comune);     N-(4-fluorofenil)-N-(1-fenetilpiperidin-4-il)furan-2-carbossamide (denominazione chimica);     4F-FuF (altra denominazione);  Isobutirfentanil (denominazione comune);     N-(1-fenetilpiperidin-4-il)-N-fenilisobutirammide  (denominazione chimica);     iBF (altra denominazione).

Il terzo e ultimo decreto dispone l’inserimento nella tabella I e nella tabella Iv di nuove sostanze psicoattive, elencate nell’art. 1 del decreto stesso, per motivi di tutela della salute pubblica, in considerazione dei casi di decesso e intossicazione sul territorio internazionale e dei rischi connessi alla loro diffusione sul mercato internazionale, riconducibile a sequestri effettuati in Italia e in Europa. Secondo quanto riferisce una circolare Federfarma,  non risultano medicinali in commercio.

I tre decreti entreranno tutti in vigore il prossimo 29 gennaio.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi